Mantova in camper: Il nostro ultimo viaggio

Sostiamo ancora presso l’area sosta camper Sparafucile in via Legnago 1/a

Annunci

E già che siamo qui, perchè non tornare a Mantova, dove tutto è iniziato con il nostro Pesciolone?

Sostiamo ancora presso l’area sosta camper Sparafucile in via Legnago 1/a, che si trova a 4 km dal casello dell’Autobrennero “Mantova Nord”, in direzione Mantova. La troverete sulla destra, di fronte al distributore Agip, poco prima del ponte di S.Giorgio, a soli 500 m. dal centro storico. Illuminata, ideale per visitare Mantova e percorrere la pista ciclabile in bici o a piedi, e per effettuare escursioni in battello lungo il Mincio. Tariffa: €5/6h, €10/12h, €20/24h servizi inclusi

Mantova è una magnifica città d’arte della Lombardia, d’impronta rinascimentale, inserita nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO: nel 2016 è stata eletta Capitale italiana della Cultura, e per l’occasione la città ha rinnovato la sua offerta artistica e per i turisti… quindi, perché non visitarla? La vista migliore ed emozionante della città l’avrete dal Ponte San Giorgio.

IMG_20171029_131056_176

Iniziamo a scoprire il cuore della città di Mantova partendo da Piazza Sordello. La famiglia Gonzaga nel 1350 ha ridisegnato la Piazza, che conserva ancora oggi la sua emozionante impronta medievale. Una piazza tutta da esplorare, in cui si affacciano i maggiori edifici cittadini da vedere a Mantova, come Palazzo Ducale, Palazzo Vescovile, Palazzo del Capitano e Palazzo Castiglioni. Un luogo da visitare assolutamente per comprendere il prestigio acquisito dalla famiglia Gonzaga a Mantova è Palazzo Ducale. Un unico grandioso complesso monumentale e architettonico. Al suo interno ripercorrerete un viaggio lungo quattro secoli, dal 1320 al 1707, passando dallo stile medievale, a quello rinascimentale e infine al neoclassico.

IMG_20171029_154926_263

Altro simbolo del potere della famiglia Gonzaga a Mantova è il Castello di San Giorgio inglobato nel possente Palazzo Ducale. Vi troverete davanti ad un edificio di pianta quadrata formato da quattro torri angolari e cinto da un fossato con tre porte e relativi ponti levatoi, volto a difesa della città. In una delle torri Andrea Mantegna ha dato sfogo alla sua creatività nella Camera Picta, chiamata Camera degli Sposi. Ammirate qui le varie figure dipinte, affacciate dal famoso oculo prospettico, che scrutano verso il basso. Vi assicuriamo che questa stanza vi farà impazzire! Vi suggeriamo di comprare i biglietti online.

 

 

IMG_20171029_115815_089

Ma Mantova è ancora molto altro. Giratela in lungo e in largo e vi piacerà tantissimo!

Vi chiederete perchè siamo tornati a Mantova, proprio dove tutto è iniziato. E’ facile, provate ad indovinare 🙂

mantova

S&D

Annunci

L’autunno al Parco Sigurtà in camper

Valeggio sul Mincio è una cittadina veneta, attraversata dal fiume Mincio

In autunno il desiderio più grande è quello di andare al parco ad ammirare i colori della stagione più bella. Ed è proprio per questo motivo che scegliamo una meta azzeccata!

Ci dirigiamo in provincia di Verona e sostiamo presso l’Agricampeggio Borghetto, a Borghetto sul Mincio. La struttura, immersa nel parco del Mincio, si trova a sud del lago di Garda e a soli 100 m dal ponte Visconteo. Area pianeggiante, con 16 piazzole, servizi igienici con doccia, acqua, corrente elettrica (con tariffa a consumo), piscina con idromassaggio. Ampi spazi di manovra. A due passi dal centro di Borghetto e vicinissima al centro di Valeggio, raggiungibile tranquillamente a piedi. Tariffa: €22/giorno 2 adulti, 0,50/kwh elettricità, €1 docce calde

IMG_20171028_103435

Valeggio sul Mincio è una cittadina veneta, attraversata dal fiume Mincio e dal canale Virgilio, situata a circa 30 km da Verona. La sua caratteristica principale è quella di essere formata da due borghi riuniti nello stesso comune: Borghetto e Valeggio, entrambi di origine longobarda.

IMG_20171028_113011_929

Poco distante si trova Villa Sigurtà, costruita nel XVII secolo in stile palladiano. La villa è attualmente proprietà privata, ma è visitabile e viene utilizzata per cerimonie e feste private. Adiacente a Villa Sigurtà c’è il parco giardino Sigurtà, vincitore del premio parco più bello di Italia nel 2013 e secondo parco più bello d’Europa nel 2015. Questo gioiello coloratissimo accoglie la stagione autunnale mostrando il suo incantevole foliage.

Aceri Giapponesi dalle calde tonalità, Lagerstroemie dai colori accesi, Ginkgo, Liquidambar, carpini neri e bianchi, 18 specchi d’acqua, la Grande Quercia, il Castelletto, l’Eremo, il Poggio degli Imperatori, la Fattoria Didattica sono solo alcune idee di quanto potete ammirare all’interno del parco.

Il Parco osserva i seguenti orari:

Dall’8 marzo all’ 11 novembre 2018.
Aperto tutti i giorni con orario continuato dalle 9.00 alle 19.00 (ultimo ingresso alle 18.00). Marzo, ottobre e novembre dalle 9.00 alle 18.00 (ultimo ingresso alle 17.00).

Prezzo adulti: € 12,50 (troverete online o presso le aree sosta camper diverse possibilità di sconti)

sigurta

S&D

Il Vittoriale degli Italiani & Brescia in camper

artiamo il venerdì sera, subito dopo il lavoro, e raggiungiamo Gardone Riviera.

Non avete idee per un weekend in camper?
Avete esaurito tutte le mete? Non ci crediamo, quindi ecco a voi un’idea per trascorrere un lungo e piacevole fine settimana con il vostro camper, passando per:
– Gardone Riviera
– Brescia
– Franciacorta Outlet Village, perché un po’ di shopping non guasta mai!
 
 
GARDONE RIVIERA
 
Partiamo il venerdì sera, subito dopo il lavoro, e raggiungiamo Gardone Riviera.
Troviamo, però, tutti i parcheggi accanto al Vittoriale chiusi, a causa dell’ora un po’ tarda, quindi parcheggiamo il nostro Pesciolone e trascorriamo la notte in una piccola area sosta accanto allo stradone principale (abbastanza trafficato purtroppo).
L’indomani spostiamo il camper in un’area di sosta apposita e gratuita (parcheggio P6, non resta che seguire le indicazioni semplicissime che trovate per strada):
Forse tutti voi conoscete Gardone Riviera per il Vittoriale degli Italiani. Ma noi vi consigliamo di visitare anche il Giardino Botanico di André Heller, un vero giardino paradiso, il più sontuoso dei giardini dell’Eden!
 
Stagni ricoperti da ninfee e fior di loto, abitati dalle gigantesche carpe Koi, e poi trote e riflessi del volo di farfalle e libellule, ruscelli
Giochi acquatici Zen che invitano alla meditazione, cascate che sgorgano dalle rocce o zampilli d’acqua da teste di bronzo, il gorgoglio ed il mormorio dell’acqua fanno dimenticare il caldo cocente ed il rumore del mondo esterno, portano il fresco e la tranquillità
 
 E dopo esserci rilassati di prima mattina, visitiamo il Vittoriale degli Italiani proprio così come D’Annunzio lo lasciò.
Il Vittoriale degli Italiani è un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all’aperto, giardini e corsi d’acqua eretto tra il 1921 e il 1938, costruito sulle rive del lago di Garda da Gabriele d’Annunzio con l’aiuto dell’architetto Giancarlo Maroni, a memoria della “vita inimitabile” del poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la Prima Guerra Mondiale.
“Non soltanto ogni casa da me arredata, non soltanto ogni stanza da me studiosamente composta, ma ogni oggetto da me scelto e raccolto nelle diverse età della mia vita, fu sempre per me un modo di espressione, fu sempre per me un modo di rivelazione spirituale, come un qualunque dei miei poemi, come un qualunque dei miei drammi, come un qualunque mio atto politico o militare, come una qualunque mia testimonianza di dritta e invitta fede.
Perciò ardisco offrire al popolo italiano tutto quel che mi rimane e tutto quel che da oggi io sia per acquistare e per aumentare col mio rinnovato lavoro, non pingue retaggio di ricchezza inerte ma nudo retaggio di immortale spirito.” 
Gabriele D’Annunzio
Noi abbiamo scelto il PERCORSO A tra le varie visite guidate disponibili:

A – Parco monumentale, d’Annunzio Segreto, d’Annunzio Eroe, visita guidata Casa

16 €

La visita secondo il percorso A comprende:

1 Museo “d’Annunzio segreto”
2 Anfiteatro
3 Piazzetta Dalmata
4 Auditorium
5 Aereo SVA e Omaggio a d’Annunzio
6 Museo “d’Annunzio Eroe”
7 Prioria (casa di d’Annunzio)
8 Arengo
9 Giardini Privati
10 Cimitero dei cani
11 Laghetto delle Danze
12 Fontana del Delfino
13 Motoscafo MAS
14 Mausoleo
15 Nave Puglia
16 Tutto il parco

 
BRESCIA
In serata lasciamo Gardone Riviera e andiamo a Brescia.
Sostiamo per la notte presso l’area sosta per camper in via della Maggia, a poche fermate di metropolitana dal centro.
Un’area sosta tranquilla, silenziosa, comoda. A pagamento: accesso dalle 8.30 alle 22.30, sosta e camper service € 5.00, elettricita’ € 3.00, illuminazione, no servizi igienici, ristorante, max 48h.
 
E di buon mattino prendiamo la metropolitana, direzione Prealpino, e raggiungiamo il centro. Il centro di Brescia è di particolare interesse storico ed artistico. Si sviluppa intorno a quattro piazze (Piazza del Mercato, Piazza della Vittoria, Piazza della Loggia e Piazza Paolo VI).
Piazza della Loggia si può tranquillamente considerare il cuore di Brescia, dalla movida agli eventi politici tutto (o quasi) passa di lì.
Brescia, soprannominata la “Leonessa d’Italia”, si rivela sin da subito una piacevole scoperta!
 

Il Duomo Vecchio sorge proprio accanto a quello nuovo per donare doppio fascino ai visitatori della piazza. Entrando si sente, quasi intatta, l’atmosfera quattrocentesca.
Quale migliore occasione per una colazione all’aperto, proprio in piazza Paolo VI?

 
L’UNESCO ha dichiarato come patrimonio mondiale dell’umanità, facente parte del sito “Longobardi in Italia: i luoghi del potere”, sia l’area monumentale del foro romano sia il complesso monastico longobardo di San Salvatore-Santa Giulia, all’interno del quale si trova il Museo della città.
Il suggestivo Capitolium
 
Un tempo era Brixia, solo successivamente diventò la moderna Brescia. E tutto ebbe luogo dove ancora oggi possiamo ammirare dei resti romani, risalenti all’epoca dei Flavi. Quest’angolino di Brescia, che ricorda l’antica Roma, costituisce oggi il maggior complesso archeologico romano della Lombardia.
 
Quindi, i nostri consigli su cosa vedere a Brescia in un giorno? Il centro storico della città è piuttosto piccolino e raccolto, pieno di stradine acciottolate e scorci bellissimi. Tutte le principali cose da vedere si trovano a poca distanza le une dalle altre.
Ma Brescia è anche buona cucina. Assaggiate gli strepitosi casoncelli!
 
FRANCIACORTA OUTLET VILLAGE
Ed il nostro weekend si conclude con un po’ di shopping a Franciacorta!
Un paio di jeans, un altro di scarpe, una gonna e una camicia e torniamo tutti contenti a Milano 🙂
 
A presto,
S&D

Verona, la città degli innamorati in camper

Buongiorno a tutti!
Il weekend scorso siamo stati a Verona per la nostra prima gita in camper con degli amici camperisti, come noi, in una delle città più belle d’Italia!

Buongiorno a tutti!
Il weekend scorso siamo stati a Verona per la nostra prima gita in camper con degli amici camperisti, come noi, in una delle città più belle d’Italia!
Siamo partiti venerdì pomeriggio da Milano ed in un paio d’ore abbiamo raggiunto la nostra meta.
Proprio ad una ventina di minuti a piedi dalla centralissima Piazza Bra, nei pressi della fine della tangenziale proveniente dal casello di Verona nord, trovate un’area comunale attrezzata per la sosta camper. Ubicata in via Dalla Bona, a due passi da Porta Palio, la struttura è illuminata, pianeggiante, asfaltata, centrale, gestita dall’Azienda Trasporti e dispone di 36 piazzole a pagamento (solo carico-scarico € 3,00; sosta di 4 ore € 5,00; sosta tutto il giorno € 10,00).
 
Verona sorge in una lingua di terra disegnata dalle anse del fiume Adige. Una splendida città iscritta nella world heritage list dall’UNESCO.
Duemila anni di storia racchiusi in poco più di 200 chilometri quadrati: un luogo in cui si integrano armoniosamente elementi artistici di altissima qualità appartenenti a diverse epoche storiche.
  
Al periodo romano risale il monumento simbolo della città, l’Arena (I sec. d.C.), costruita per accogliere i combattimenti tra i gladiatori. Dopo un periodo di abbandono tornò ad ospitare spettacoli teatrali e, dal 1913, con la prima edizione dell’Aida, si confermò palcoscenico della lirica mondiale
Una delle nostre piazze preferite è piazza delle Erbe, fulcro del commercio, che sorge nel luogo in cui i romani fondarono il Foro.
E’ un angolo incantato di Verona, forse il più vero. Un angolo in cui palazzi, torri, statue ed elementi architettonici di varie epoche si sono sovrapposti creando un collage stratificato armonioso, unico e irripetibile. Nelle guide internazionali è spesso presentata come una delle piazze più belle d’Italia.
  
Eccoci nella città degli innamorati, di sera.. Cosa manca? Un bell’aperitivo!
Noi ci siamo fermati all’Osteria del Bugiardo per gustare un ottimo bicchiere di vino, accompagnato a grissini avvolti da un delizioso prosciutto crudo e delle tartine tipiche della tradizione veronese. Il tutto in un locale caldo e accogliente, ideale in una serata autunnale:
E poi continuiamo con la nostra passeggiata.
 
La Scala della Ragione fa parte del complesso monumentale del Palazzo della Ragione. Costruita in marmo rosso veronese, la scala collega il Cortile del Mercato Vecchio, che si apre al centro del Palazzo, con il grande portale del piano nobile.
 
Ma Verona è anche Romeo & Giulietta!
La casa di Giulietta è un palazzo medievale, situato in via Cappello, a poca distanza dalla centrale piazza delle Erbe.
La tragedia di Romeo e Giulietta ha trovato a Verona dei riscontri e la fantasia ha mescolato leggenda e realtà, tanto che sono stati riconosciuti vari luoghi in cui si sarebbe svolta la vicenda narrata da Shakespeare.
  
Siamo, quindi, pronti per accogliere gli amici..
 
..e visitare Verona insieme a loro!
 
Lungo Adige:
Una passeggiata rilassante e ricca di fascino lungo il corso del fiume
 
Proseguendo sul Lungo Adige e attraversando il Ponte Pietra, è possibile raggiungere un punto panoramico ed ammirare Verona dall’alto:
  
Continuiamo la nostra passeggiata tra le vie di Verona, ma un profumino delizioso ci costringe a fermarci per un buon pranzo presso l’Osteria Monte Baldo con le specialità della cucina veronese, come gli gnocchetti di patate con pastisada de caval e pasta e fasoi:
 
E con le pance piene, ci dirigiamo verso Castelvecchio:
Dopo l’Arena, Castelvecchio è il più grandioso ed imponente monumento della città. Originariamente denominato Castello di San Martino in Aquaro, assunse il nome di Castello Vecchio quando un nuovo castello, ancora più grande ed imponente, venne fatto costruire dai Visconti sulla cima del colle di San Pietro.
E per chiudere in bellezza, una cena alla Locanda 4 Cuochi con risotto all’Amarone, fettuccine al ragù di faraona, funghi e castagne, dolce d’Autunno:
Dobbiamo per forza tornare a casa? 🙂
Alla prossima,
S&D